Facebook Twitter Youtube Feed RSS

VIDEO Si lotta ancora per salvare le cicogne a Pinerolo. L'intervista a Trombotto Italia Nostra

 

 

Cicogne a Pinerolo la protesta continua per salvarle

Intervista al presidente Italia Nostra pinerolese

 

NEL VIDEO INTERVISTA A Maurizio Trombotto presidente di Italia Nostra sezione Pinerolese

Il video qui: https://youtu.be/Y16Xpr_WRh0

Altro articolo qui: https://www.vocepinerolese.it/articoli/2022-06-21/dindaco-salvai-sostiene-ancora-labbattimento-della-ciminiera-con-nido-delle-cicogne-22027

 

 

Cicogne area ex Vagnone - conformità A L.157/92 e autorizzazione citta' Metropolitana di Torino. Abbiamo intervistato Maurizio Trombotto, presidente della sezione pinerolese di Italia Nostra il quale manifesta tutta la sua perplessità per la scelta adottata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvai. Inoltre,varie associazioni, gruppi e cittadini, hanno inviato una lettera al sindaco, assessori e consiglieri comunali della città di Pinerolo nella quale chiedono

“1) di conoscere secondo quale norma di Legge si ritenga superata la previsione della L. 157/92 nella parte in cui la stessa vieta la distruzione di nidi di uccelli di specie selvatiche senza prevedere che la loro sostituzione o ricostruzione in altro sito possa esimere da tale divieto

2) di ricevere copia dell'autorizzazione alla distruzione del suddetto nido a seguito della demolizione della ciminiera, rilasciata dal Settore Tutela Fauna della Città Metropolitana di Torino”

Questo il testo integrale:

Con la presente le Associazioni, i Gruppi, le Persone in epigrafe riportate, raggruppate per l'occasione nel

Coordinamento associazioni pinerolesi, considerato che:

- l'intervento di sostituzione edilizia previsto nell'area ex setificio Vagnone comportano l'abbattimento dell'esistente

ciminiera facente parte dell'originario sito industriale

- sulla sommità di tale ciminiera, da oltre venti anni, è presente un nido abitato da una coppia di cicogne che, a causa

della loro probabile provenienza dall'ex Parco Martinat, hanno perduto l'abitudine migratoria e risiedono

permanentemente in tale nido

- le cicogne sono una specie tutelata sia a livello nazionale ai sensi della Legge 157 dell' 11 febbraio 1992 "Norme

per la protezione della fauna selvatica omeoterma...", la quale cosi recita all'articolo 1: "La fauna selvatica è

patrimonio indisponibile dello Stato...", che a livello Comunitario dalla Direttiva 79/409/CEE “Uccelli”, del 2 aprile

1979, nel cui Allegato 1 esse sono inserite

- le cicogne sono una specie particolarmente protetta ai sensi della suddetta Legge 157/92 che così recita all'articolo

2 comma 1/B: "....Sono particolarmente protette, anche sotto il profilo sanzionatorio, le seguenti specie: ...omiss...

tutte le specie di cicogne (Ciconiidae), ... "

- la prospettata distruzione del nido sulla ciminiera è vietato dalla stessa Legge 157/92 che così recita all'art. 21

comma 1/O: " E' vietato a chiunque ... distruggere o danneggiare deliberatamente nidi e uova, nonché disturbare

deliberatamente le specie protette di uccelli"

- la presenza di tale nido abitato ha finora consentito la nascita di decine di cicogne e che la presenza della coppia stanziale costituisce un richiamo per le cicogne in migrazione, le quali infatti popolano periodicamente i prati

circostanti Pinerolo durante la sosta migratoria

valutato quanto previsto dal "Regolamento Comunale IGIENE AMBIENTALE E BENESSERE DEGLI

ANIMALI della Città di Pinerolo" che prevede all'articolo 42 commi seguenti:

" 6. E' vietata la rimozione o la distruzione dei nidi di rondine, balestruccio, rondoni quali specie minacciate e di tutti i

volatili presenti sul territorio. L'atto va segnalato agli organismi competenti per Legge. Fatta salva l'applicazione delle

specifiche sanzioni a chi rimuove o distrugge i nidi degli uccelli citati è fatto obbligo di sostituire i nidi rimossi o distrutti

con idonei nidi artificiali.

7. In caso di restauri o ristrutturazioni, possono essere concesse deroghe … omiss... previa autorizzazione degli uffici

competenti …."

considerato che le eventuali deroghe di cui al comma 7 devono essere autorizzate dagli uffici competenti, che

sono stati correttamente individuati da codesta Amministrazione essere il Settore Tutela Fauna e Flora della Città

Metropolitana di Torino,

richiedono

1) di conoscere secondo quale norma di Legge si ritenga superata la previsione della L. 157/92 nella parte in cui la

stessa vieta la distruzione di nidi di uccelli di specie selvatiche senza prevedere che la loro sostituzione o

ricostruzione in altro sito possa esimere da tale divieto

2) di ricevere copia dell'autorizzazione alla distruzione del suddetto nido a seguito della demolizione della ciminiera,

rilasciata dal Settore Tutela Fauna della Città Metropolitana di Torino

firmato

Per Italia Nostra Sez. del Pinerolese "Ettore Serafino": Maurizio Trombotto

Per LIPU delegazione di Torino: Riccardo Ferraris

Per Legambiente circolo di Pinerolo: Carlo Bianco

Per LAC Lega Abolizione caccia Sez. di Pinerolo: Pistone Davide

Per Osservatorio 0121 - Salviamo il paesaggio: Enzo Garnero

Per Associazione Provinciale FederTerziario Torino: Massimo Iellamo

Per LIDA Sezione di Pinerolo Gianni Allasia

Per Gruppo APP - Ambientalisti per Pinerolo: Paolo Bertolotti

Per Rita Atria Pinerolo: Francesco Incurato

Per Comunità Laudato Si': Valerio Vecchiè

Sig.ra Simona Casadei

Sig. Marco Calliero:

Sig. Umberto Gargiulo

 

Commenti