Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Protesta dei commercianti contro il DPCM. "Cazzata" chiudere, afferma il sindaco di Pinerolo

Guarda il video della protesa dei commercianti a Pinerolo e i vari interventi, compresi quelli del sindaco Luca Salvai. 
Pinerolo 4 novembre

Si sono presentati numerosi i commercianti di Pinerolo che, oggi pomeriggio, hanno risposto all'appello della commerciante Manuela Anzalone per protestare contro il DPCM che, di fatto, crea grandissime difficoltà ai commercianti, artigiani, partite IVA. Bisogna riconoscere il successo della manifestazione pacifica e democratica. Una manifestazione che, lo ricordiamo, non era spontanea ma organizzata da Manuela Anzalone che è riuscita a fare ciò che Associazione Commercianti di Pinerolo e CNA non sanno fare. O meglio, sanno mettere il loro logo in alcune manifestazioni commerciali....

Assenti,  come accenato, i rappresentanti di categoria come, per esempio,  Associazione dei Commercinati di Pinerolo e CNA. Vero è che  "chi è assente ha sempre torto". Assenza ingiustificata considerato che in questo momento i commercianti e artigiani sentono il bisogno di essere sostenuti. E loro che fanno? Si dissociano. Complimenti. Pensano ai grandi tavoli delle chiacchiere mentre la gente, i lavoratori, pensano a far quadrare i conti. 
E' intervenuto anche il sindaco di Pinerolo che ha definito "una cazzata" la scelta del DPCM, ovvero  di far chiudere i negozi, chiudere tutto. Il sindaco Luca Salvai ha preso a cuore la protesta dei commercianti e si è detto pronto a  scrivere un documento per manifestare la sua solidarietà. Comunque tutto negli ambiti della legalità.
Molto acceso il confronto con Fabrizio Grassi della Caffetteria Porporato in  corso Porporato che ha chiaramente affermato che non chiuderà il suo bar. "Domani io apro e che vengano pure a farmi le multe." (nel video le sue considerazioni). 
 Intanto al sindaco di Pinerolo va il merito di essere sceso in piazza per ascoltare la gente, i commercianti. Poteva non farlo. Il DPCM è a livello nazionale e anche il sindaco subisce, come tutti, quanto previsto dal decreto. Eppure Salvai non si è tirato indietro, come nel suo stile, ed ha afrrontato la situazione. Complimenti sindaco. 
Dario Mongiello

Commenti