Facebook Twitter Youtube Feed RSS

VIDEO. Una bomba a orologeria a Roletto. Ancora presenti tonnellate di rifiuti

VIDEO

Nel mese di ottobre del 2018, i carabinieri del NOE di Torino, su segnalazione degli uomini del capitano Penna, comandante della compagnia di Pinerolo, avevano messo sotto sequestro preventivo un capannone presente nella pianura del comune di Roletto. I militari avevano trovato al suo interno, e nel cortile, (su una superfice di circa 1.350 metri quadridei rifiuti quantificati in circa 2.700 metri cubi comprendenti ecoballe di rifiuti plastici, copertoni usati, imballaggi in plastica, car fluff, filtri olio di autoveicoli, fusti contenenti oli esausti e solventi, un centinaio di big bags e diversi cumuli di polveri presumibilmente proveniente dai sistemi di abbattimento dei fumi, il tutto equivalente alla portata di circa 300 camion. 

A distanza di quasi un anno tutto il materiale è ancora lì presente e, il timore che tutti questi rifiuti possano “finire in fumo” inquieta tutti, e non solo il vicinato. Spesso, come le cronache dei giornali illustrano, questi tipi di rifiuti vengono dati alle fiamme.

Inoltre, sotto i cumuli di rifiuti potrebbero esserci sostanze particolarmente pericolose?

Noi non lo sappiamo ma la storia ci insegna che tutto è possibile.

Quanto tempo ci vorrà ancora per smaltire legalmente questa bomba a orologeria?

 Foto. Nel cortile cumuli di rifiuti (sul sito Vocepinerolese.it il video)