Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Tentativo dei Vigili di far rispettare il divieto di transito in via dei Rochis fallisce, la situazione rimane pericolosa.

Per oggi pomeriggio era prevista una retata dei vigili urbani in via Dei Rochis, in particolare davanti alla scuola media “Lidia Poet”;si voleva probabilmente cogliere sul fatto i numerosi utenti della strada che, durante gli orari di uscita dei ragazzi, violano il divieto di transito. I vigili hanno disposto due mezzi per bloccare l'accesso, uno davanti al liceo “M. Curie”, l'altro appena sotto il cavalcavia, vicino alla stazione olimpica. In realtà, più che di una retata, si è trattato di un'azione preventiva, poiché alle 12:45, poco prima del suono della campanella, gli agenti hanno sgomberato il campo. L'intento era probabilmente quello di farsi vedere e di far capire ai genitori indisciplinati che tirava una brutta aria. Appena liberata la strada, però, il via vai di automobili è ricominciato ed alle 13,ora di uscita dei ragazzi, la strada era tutt'altro che pedonale.

Ora, il motivo per cui i vigili abbiano deciso di andarsene poco prima dell'uscita degli studenti ci è ignoto; però una domanda mi sorge spontanea: davvero è necessaria la polizia locale, con tanto di auto di traverso in mezzo alla carreggiata, per far rispettare un divieto? Il semplice buon senso dovrebbe essere sufficiente per far capire, anche ai più pigri, che se quella zona ha un divieto di transito dalle 12:30 alle 14 e presenta dei dossi un buon motivo ci sarà. Purtroppo però non è così, ma anzi alcune auto in transito viaggiano addirittura a velocità sostenuta, producendosi in brusche inchiodate e in sgommate in ripartenza. Non ci vuole un genio per capire il pericolo generato da una tale situazione.

Basterebbe parcheggiare la macchina nel parcheggio del palazzetto olimpico e fare due passi in più, così da non violare il codice della strada e soprattutto non creare situazioni pericolose per gli studenti. Non dovrebbe essere tanto difficile, no?

 

Simone Sindoni

Commenti