Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Troppe le morti sul lavoro in Italia, soprattutto se paragonate ad altri stati

30/04/2024 21:44

Troppe le morti sul lavoro in Italia, soprattutto se paragonate ad altri stati 

 

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della festa del Primo maggio, ha pronunciato parole molto icastiche, dichiarando che il numero di morti sul lavoro in Italia è inaccettabile.

Se confrontiamo i dati italiani (oltre mille in un anno), laddove la media comunitaria di morti in incidenti è di 1,77 per ogni centomila lavoratori, mentre da noi si attesta a 2,25 ( fonte “EurpaToday 2018”, ultimi dati aggiornati disponibili), appare evidente che tale disparità non è frutto del fato, ma di come il problema venga affrontato dai singoli governi.

Il lavoro, da sempre, deve essere al centro della festa del Primo maggio, senza interferenze con altri temi sociali, seppure legittimi, ma fuori luogo in questa ricorrenza;  il dramma delle morti sul lavoro è, giustamente, un tema che deve inserirsi prepotentemente in questa giornata.

L’ augurio è che la politica assuma su di sé la responsabilità di fermare queste morti.

Da tempo se ne parla e da tempo osserviamo al loro perpetuarsi: ora è il momento di agire con decisione e con leggi e sanzioni ad hoc.

Ivan Albano 

Commenti