Facebook Twitter Youtube Feed RSS

CRACK, COCAINA & C. ARRESTI

28/04/2024 9:02

TENTANO DI NASCONDERE IL CRACK

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA DUE UOMINI

 

Il personale del Commissariato di P.S. Madonna di Campagna ha arrestato due uomini del Gambia, di trenta e venticinque anni, poiché gravemente indiziati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso.

Nel corso di un servizio di controllo del territorio in Corso Venezia, le pattuglie del commissariato fanno accesso all'interno di un edificio abbandonato, dove si accorgono di due soggetti che, correndo, si dirigono verso una tendopoli.

Gli agenti raggiungono i due che nel frattempo si scambiano un oggetto di colore bianco per poi tentare la fuga. Poco dopo vengono bloccati, i poliziotti rinvengono quasi 40 grammi di crack, nonostante il venticinquenne cerchi insistentemente di nascondere il materiale pocanzi ricevuto.

Dalla perquisizione personale, si rinviene la somma di denaro di 230 euro, nascosta dal trentenne nella tasca del suo giubbotto insieme ad un telefono cellulare al quale provenivano chiamate in modo incessante.

Entrambi, irregolari sul territorio Nazionale, vengono arrestati.

I procedimenti penali si trovano attualmente nella fase delle indagini preliminari, pertanto vige la presunzione di non colpevolezza degli indagati, sino alla sentenza definitiva.

 

LINGOTTO

UN ARRESTO DELLA POLIZIA DI STATO

 

Un cittadino italiano sessantatreenne è stato arrestato dalla Polizia di Stato nelle scorse ore in quanto gravemente indiziato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di P.S. Barriera Nizza, sospettando che l'uomo potesse smerciare cocaina nei presi di piazza Chiala, ne seguivano i movimenti, intercettando una presunta cessione di sostanza stupefacente con una donna sopraggiunta a bordo di un'auto. La signora veniva fermata quasi subito dagli agenti, venendo trovata in possesso di 3 dosi di cocaina. Anche il 63enne veniva fermato: nelle sue tasche venivano rinvenute 4 dosi di cocaina termosaldate rivestite di nylon, del tutto analoghe a quelle poc'anzi trovate in possesso della acquirente.

Avendo fondato motivo di ritenere che il 63enne potesse detenere presso la propria abitazione altro stupefacente, i poliziotti effettuavano un'accurata perquisizione dell'alloggio ove lo stesso vive, rinvenendo, nascoste dentro un marsupio, altre 18 dosi termosaldate, già pronte allo smercio, contenenti cocaina.

Altro stupefacente, 72 grammi, veniva però rinvenuta, anche grazie alle unità cinofile intervenute, nelle cantine, all'interno di un buco ricavato nel massetto.

 Infine, nell'appartamento i poliziotti rinvenivano e sequestravano materiale vario utile al confezionamento della droga, come bilancini di precisione e ritagli di buste di nylon, nonchè una cospicua somma di denaro, oltre 6100 €, di presunta provenienza illecita.

In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza emersi, l'uomo è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il procedimento penale si trova attualmente nella fase delle indagini preliminari, pertanto vige la presunzione di non colpevolezza dell'indagato, sino alla sentenza definitiva.

CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO NEL QUARTIERE BARRIERA NIZZA

QUASI 20000 € DI SANZIONI ELEVATE NEI CONFRONTI DI 3 ATTIVITA' COMMERCIALI

 

 

Continuano i controlli straordinari del territorio effettuati dai poliziotti del Commissariato di P.S. Barriera Nizza nel territorio di competenza, volti alla verifica dei titoli autorizzativi e delle norme che regolano i pubblici esercizi, in collaborazione con personale della Polizia Municipale.  

L'attività ha complessivamente consentito:

ü l'identificazione di 77 persone

ü il controllo di 3 esercizi pubblici

ü erogazione di 3 sanzioni amministrative, per quasi 20.000 €

I controlli hanno riguardato 2 locali commerciali, uno in corso Maroncelli e l'altro in via Baretti, e un circolo privato in zona Piazza Bengasi.

In quest'ultimo, è stata riscontrata la presenza di 14 clienti privi di tessera associativa, la mancanza della valutazione dell'impatto acustico, l'ingresso del circolo non presenziato per la verifica della tessera associativa, alcune carenze igienico sanitarie e strutturali, con sanzioni per oltre 6000 €.

In un esercizio di vicinato di Corso Maroncelli è stata riscontrata la vendita di bevande alcoliche anche dopo le ore 24, pertanto il titolare è stato sanzionato per la violazione dell'art.8bis del regolamento di polizia urbana del comune di Torino per un totale di 6.826,67 €. 

Medesima sanzione è stata elevata nei confronti di una gastronomia, con annesso esercizio di vicinato, di via Baretti ove veniva riscontrata la mancata interruzione della vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dalla mezzanotte alle ore 6.

I controlli continueranno nelle prossime settimane.

 

Commenti