Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Angela Romei, prima italiana di sempre vince il prezioso Frances Brodie Sportsmanship Award.

26/03/2024 16:44

Angela Romei, prima italiana di sempre vince il prezioso Frances Brodie Sportsmanship Award.

Sono andati in archivio i Mondiali femminili di curling disputati a Sydney, in Canada, con le ragazze azzurre brillanti e sfortunate protagoniste di un quarto posto finale che rappresenta in ogni caso il miglior risultato nella storia per i colori italiani.

Dopo un'eccellente fase di round robin, chiusa al terzo posto, la corsa alle medaglie per l'Italia ha subito il primo contraccolpo nella semifinale persa 6-3 contro la Svizzera, battuta a sua volta nella finale per il titolo dalle padroni di casa del Canada. Il team azzurro, invece, si è dovuto inchinare alla Corea del Sud nella sfida per il bronzo, decisa all'ultimo end in favore delle asiatiche.

Una delusione solo in parte mitigata dallo straordinario riconoscimento ottenuto dall'atleta piemontese Angela Romei, prima italiana di sempre a vincere il prezioso Frances Brodie Sportsmanship Award. Il premio viene infatti assegnato alla giocatrice della manifestazione che meglio ha saputo unire qualità tecniche e valori morali come onestà, sportività e fair play.

Emozioni mondiali che la nostra Angela ha provato a racchiudere nelle sue parole: «Ci resta naturalmente un po' di amaro in bocca per essere arrivate così vicine alla medaglia, ma siamo comunque consapevoli che sia stato un risultato storico. Sappiamo di potercela giocare con le migliori al mondo e sappiamo di aver guadagnato una posizione sul campo che abbiamo consolidato in questa stagione. Stagione che ora vogliamo concludere al meglio nel Players' Championship, ultima tappa dello Slam, e ripartire poi da questi risultati nella prossima che sarà estremamente importante in vista delle Olimpiadi 2026 di Milano-Cortina. Il premio? Sono molto grata e onorata, soprattutto perché è stato assegnato dalla votazione di tutte le altre giocatrici per i valori condivisi sul ghiaccio e fuori. Un riconoscimento che mi riempie il cuore e porterò sempre con me in ricordo di questi Mondiali che, malgrado il pizzico di delusione, ci hanno arricchite tantissimo».

Nella foto la premiazione

Commenti