Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Paolo Foietta candidato sindaco di “Cumiana Futura” presenta la squadra per le elezioni

25/03/2024 18:24

Elezioni amministrative a Cumiana. Paolo Foietta candidato sindaco di “Cumiana Futura” presenta la squadra

 

Un programma elettorale partecipato attraverso l'ascolto delle proposte della cittadinanza.

 

di Monica Peddio

Sabato 22 marzo in Via Boselli 23 a Cumiana la lista civica “Cumiana Futura” ha inaugurato la propria sede elettorale. Il  candidato sindaco Paolo Foietta ha presentato i consiglieri di lista in vista delle prossime elezioni amministrative. Presenti all’incontro 80 persone in sala e altrettante fuori nella via. Paolo Foietta nato a Torino il 1 ottobre del 1956, laureato in architettura con 110/110 con lode, pensionato dal 1 aprile 2021, ha operato in ambiente e gestione rifiuti, infrastrutture e lavori pubblici (TAV), consorzio sistema informativo, urbanistica e pianificazione territoriale, mobilità ed edilizia scolastica. Competenza e capacità sempre dimostrate con il suo impegno e lavoro. E’ sicuramente un buon biglietto da visita per chi vorrebbe una città ben amministrata e con impegno.

Il curriculum di paolo Foietta  è presente sul sito https://trasparenza.csi.it/media/1059/download.

 

"Cercherò da qui fino alla fine della campagna elettorale – afferma Foietta - di riuscire a garantire un'ora al giorno tenendo la porta aperta in questa sede a chi volesse chiarimenti, avesse cose da dire, questioni che avrebbe voluto far presente alle istituzioni. Noi ascolteremo e cercheremo di tenere conto di tutte le idee. Quindi, - prosegue Foietta - un programma partecipato che noi costruiamo attraverso un processo di ascolto che durerà tutto il mese di aprile ".

La prima data sarà l’8 di aprile in cui si parlerà di scuola, la seconda l’11 di aprile un incontro con progetti futuri vari e di altri temi e infine il 18 aprile si affronterà il tema del sociale.

" Vi chiedo la vostra disponibilità per portare avanti un nuovo progetto - continua l'architetto rivolgendosi alla platea di uditori - che sia efficace e che permetta di avere a Cumiana finalmente dell'aria nuova, ne abbiamo bisogno; per fare una buona amministrazione serve disponibilità all'ascolto, gentilezza, cortesia, oggi più che mai è indispensabile lavorare insieme incoraggiando la partecipazione di tutti noi in quanto aborriamo l'idea dell'uomo solo al comando e riteniamo che la maleducazione, l'arroganza, qualche volta anche le intimidazioni e le minacce non siano mai mezzi legittimi per affermare le proprie idee. Riteniamo che sia indispensabile costruire rapporti e relazioni con gli altri comuni per non rimanere tagliati fuori dalle scelte strategiche perdendo opportunità che non possiamo più permetterci di perdere sia che si tratti di ACEA sia che si tratti di CER (comunità energetica sostenibile) che devono vedere un ruolo attivo e proattivo del comune di Cumiana”.

 

 Foietta si rivolge poi alle associazioni del paese che invita a partecipare agli incontri come la Croce Verde che dice essere un loro interlocutore privilegiato per costruire un progetto che non vuole chiuso né autonomo e che guarda al mondo. " È un patto che ci impegniamo ad onorare e a rispettare e non a disattendere com'è stato fatto - continua nel suo discorso Foietta - da chi ha chiuso con un colpo di mano la casa di riposo Bianchi ". 

 

Altro tema importantissimo è l'emergenza scuola che deve essere visto non solo come edificio e contenitore " vogliamo parlare anche di contenuti come progetto educativo complessivo". In lista è presente l'ex dirigente scolastica e insegnante Manuela Buosi attualmente consigliere comunale all'opposizione che ha a cuore la tematica e che promette di portare avanti con impegno i progetti riguardanti il tema scolastico. " Da una demolizione affrettata - tiene a precisare il candidato sindaco Paolo Foietta - che noi non abbiamo condiviso, dobbiamo arrivare a una ricostruzione efficace e completa: noi sosteniamo che questa demolizione sia stata affrettata e forse non era da fare e forse si sarebbero risparmiati i soldi le risorse e soprattutto 5 anni di container ai ragazzi. Non potendo tornare purtroppo indietro a noi interessa che ci sia il completamento del cantiere finanziato in una sola parte nel più breve tempo possibile. Ricordiamo che sono state finanziate le aule, non gli spazi per i docenti e non la palestra/auditorium che oggi avremmo quasi riempito. A Cumiana non c'è più un luogo che possa ospitare 200 persone su un comune di 8.000 abitanti. Per questo tema metto a disposizione le mie competenze in edilizia scolastica su 250 edifici nella provincia di Torino per fare in modo di trovare le risorse necessarie con impegno economico del comune".

Altro tema spinoso riguardante la sfera edilizia è il nuovo piano regolatore che secondo Foietta non è un piano di sviluppo e non si capisce quale sia il disegno né quali siano le prospettive  " E' assurdo colpire le difformità edilizie, non è corretto che la casa di tutti, il comune tratti come dei criminali quelli che si trovano nella condizione di aprire una piccola difformità edilizia, su questo noi siamo la maglia nera rispetto a tutti i comuni vicini dobbiamo capire come hanno fatto loro a risolvere e darne priorità".

 

Il terzo tema è quello del parco e della montagna, le terre alte: si vuole riprendere il cammino iniziato con la giunta Poli del 1993 presente anche lui in lista lanciando un progetto di attività collegate come la cooperativa forestale, la casa dei cantonieri, la casermetta ormai nel dimenticatoio. Anche con fondi del PNRR disponibili 129 milioni di euro per la Regione Piemonte da utilizzare in progetti sostenibili di carattere economico anche attraverso la creazione di strutture ricettive, come ricorda nel suo discorso Paolo Foietta, di attività agricole per esempio sempre all'insegna della sostenibilità ambientale. A questo proposito la giunta si appoggerebbe anche ad una professionista in materia di ambiente e sostenibilità di cui si occupa da sempre Isabella Antonioni (  residente a Cumiana )  laurea in scienze biologiche che si interessa di sviluppo del patrimonio naturale e culturale. Si guarda al turismo, al commercio, alle infrastrutture alla banda larga non ancora raggiunta su tutto il territorio nessuno deve essere lasciato indietro si punta ad una comunità solidale ed inclusiva che tenga conto degli anziani e dei giovani. A Cumiana il 50% della popolazione ha più di 50 anni e quasi il 30% ha più di 60 anni.

" Ci vogliono politiche necessarie con la casa di riposo ormai chiusa: non che il comune si chiama fuori - puntualizza Foietta - il comune si tira dentro e trova le risorse per garantire i servizi ai suoi cittadini attraverso anche la creazione di più spazi per i giovani, allora noi non possiamo lamentarci di disagio giovanile e dei problemi di vandalismo e non fare nulla per ovviare al problema. Non è possibile che" la città dei 1000 circoli " li abbia tutti impraticabili. Tema di politica sociale da affrontare e sviluppare attraverso politiche e progetti di aggregazione con sport, cultura, biblioteca, teatro ecc. Ognuno si deve sentire sicuro in casa propria il comune dovrà essere anche un punto centrale di riferimento dove si possa denunciare e aiutare fino in fondo”

 Anche queste sono state le tematiche principali discusse durante la presentazione della lista. Utile porre l'accento sulle figure presenti con alti profili di competenza. Il programma definitivo verrà depositato l'8 di maggio non appena si saranno raccolte, come si è detto, le idee e le proposte della cittadinanza che vorrà sottoporre all'attenzione del candidato sindaco Paolo Foietta e dei suoi consiglieri.

 

                                                   Monica Peddio

Nella foto il candidato sindaco di Cumiana Futura architetto Paolo Foietta durante la presentazione con alcuni dei consiglieri.

Commenti