Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Bracconaggio nel pinerolese.Trovati 42 lacci in metallo per la cattura della piccola selvaggina

19/05/2023 19:39

NEL PINEROLESE SEQUESTRATA UNA TESA CON 42 LACCI METALLICI POSATI DA BRACCONIERI

 

Nei giorni scorsi nel Pinerolese le guardie venatorie della Lega per l'Abolizione della Caccia coadiuvate da personale della Polizia locale della Città metropolitana di Torino hanno effettuato la bonifica di un tratto di boscaglia in cui era stata allestita una tesa composta da 42 lacci in metallo per la cattura della piccola selvaggina, in particolare lepri e minilepri. I lacci sono stati sottoposti a sequestro e gli atti sono stati trasmessi per la convalida alla Procura della Repubblica di Torino. La zona è tuttora monitorata per cercare di risalire al bracconiere responsabile della posa della tesa. L'utilizzo di lacci è una pratica di caccia illegale, cruenta e non selettiva, che condanna l'animale intrappolato a morire per strangolamento o di stenti, tra atroci sofferenze. Il laccio, al pari di trappole e tagliole, è uno strumento di caccia vietato dall'articolo 30 della Legge 157 del 1992. Il suo utilizzo è un reato penale. Negli ultimi mesi si è registrato nel territorio della Città metropolitana di Torino un aumento dei casi di bracconaggio. Il personale di vigilanza rimane impegnato nel monitoraggio delle aree interessate dal fenomeno.

 

 

Commenti