Facebook Twitter Youtube Feed RSS

LETTERA. Porte “chiuse” allo sport – edizione 2022 e arrivano i carabinieri. Pinerolo

20/09/2022 9:38

LETTERA.  Porte “chiuse” allo sport – edizione 2022 e arrivano i carabinieri. Pinerolo

                                                                                                           

                                                                                                         

Pubblichiamo una lettera aperta indirizzata all’assessora allo sport di Pinerolo Bruna Destefanis  e, anche, al nostro giornale. Il contenuto della missiva lascia aperti molti interrogativi che meritano sicuramente un approfondimento. Per la cronaca abbiamno chiesto all'assessora Destefanis una sua replica ma la stessa ha risposto che non è sua intenzione farla. 

Questo il testo della lettera aperta

“Nel corso della manifestazione “Porte aperte allo sport” è avvenuto un episodio molto spiacevole, che riteniamo necessario dettagliatamente riepilogare ed approfondire.  Ieri, (domenica 18 settembre ndr)  di prima mattina, le associazioni sportive hanno allestito in Piazza Vittorio Veneto, con grande impegno, lo spazio loro destinato, sotto la regia attenta dell’Ufficio Sport della Città. L’obiettivo della manifestazione  era quello di promuovere ed accogliere i cittadini del territorio e consentire loro di provare e far conoscere le discipline sportive. Era anche possibile, per le associazioni interessate, promuovere le attività in modo pratico e, per quanto riguarda la disciplina del curling, utilizzare l’ impianto comunale messo a disposizione. È sempre stato uso e consuetudine posizionare un tavolo per gestire un servizio di accoglienza in prossimità dell’ingresso del Palacurling per dare le indicazioni di massima sulla disciplina, così è stato fatto da parte delle associazioni impegnate. Riporto di seguito un’immagine tratta del profilo Facebook dell’ ASD Sporting Pinerolo in cui appare che lo scorso anno è stato gestito il servizio di accoglienza – come per gli anni precedenti – con un tavolo all’esterno della struttura.  

Mentre i giovani atleti, insieme ai loro istruttori, allestivano il campo interno di prova, su segnalazione dello Sporting, Lei  (assessora Destefanis ndr) ci ha contattati intimandoci di rimuovere il banco esterno in quanto, a Suo dire, solo l’ente gestore poteva fruire dello spazio esterno. In base a questa Sua prima affermazione Le abbiamo replicato che si trattava di suolo pubblico e che il trattamento doveva essere equo, o tutti o nessuno, non comprendendo assolutamente – e non essendo stata alcuna spiegazione da parte Sua – quale fosse la ragione per cui quest’anno non si potesse più mettere un tavolo per gestire un servizio di benvenuto a chi voleva provare la disciplina. Il motivo potrebbe essere che il gestore dell’impianto abbia posizioni di privilegio fuori dalla struttura, rispetto alle altre associazioni.  Con estremo stupore, poco dopo la Sua telefonata e senza nessun’altra spiegazione o richiesta, è arrivata sul posto la Pattuglia del Servizio Radiomobile del Comando Carabinieri di Pinerolo! Trattandosi di suolo pubblico, ed essendoci stata la segnalazione dell’Assessore allo Sport, abbiamo  dovuto disallestire lo spazio (di circa 1 metro quadro).  L’associazione gestore dell’impianto ha così allestito il proprio spazio all’interno della porta di accesso, presidiandolo con un “filtro”  e rendendo, di fatto, inutilizzabile all’associazione ospite, con difficoltà ad accogliere gli interessati ed, altrettanto grave, negare l’uso degli attrezzi di gioco (scope, scivoli e caschi) alla nostra società. Ricordiamo che si tratta di beni acquistati a suo tempo dal Comitato Organizzatore di Torino 2006, quale patrimonio a disposizione della cittadinanza.   Formalizziamo a Lei, Assessora, che nel lavoro quotidiano svolge il ruolo di docente ed educatrice, il nostro malessere di questa giornata:   

Cosa abbiamo insegnato ai ragazzi ed alle famiglie con questo episodio? Dove è andato a finire l’aspetto educativo dello sport? Con quale messaggio sono arrivati a casa, alla sera, i ragazzi che hanno partecipato alla manifestazione? Lo spirito del curling è il “FAIR PLAY”, dove sono fondamentali la generosità e la condotta sportiva, che debbono essere insegnati prima di gesti tecnici, tattica e strategia. Lo sport deve andare oltre la vittoria e la sconfitta ed è questo il messaggio che genitori, tecnici e dirigenti societari debbono dare ai ragazzi.

 Il Suo ruolo di Assessora allo Sport della Città, e quello dell’intera Amministrazione Comunale che ha fortemente voluto ed organizzato quest’evento, non dovrebbero andare in questa direzione? Invece, quanto l’abbiamo chiamata per chiarire la situazione e trovare un accomodamento logico, ha risposto che era impegnata nel suo stand  in piazza e non aveva tempo, richiedendo l’intervento della Forza Pubblica.  Ritengo che l’impiego del servizio Radiomobile debba essere riservato a qualcosa di più importante che non per imporre un atto di forza per far togliere un tavolo dal suolo pubblico. Sul punto ci chiediamo poi perché non ha chiamato la Polizia Municipale. Ma ribadiamo: ha ragione, le regole vanno rispettate. Mi chiedo, però, quale fosse il danno arrecato da questo posizionamento? Solo quello di aver tolto un po’ di visibilità allo Sporting Pinerolo, per il quale Lei è subito intervenuta in soccorso, esibendo un inutile atto di forza ? Perché fino a che era solo lo Sporting a mettere il tavolo di accoglienza andava bene, quando ha pensato di farlo il Pinerolo Curling allora è diventato un problema? Certamente le regole vanno rispettate, nessuno aveva autorizzazione scritta ad occupare un metro quadro di suolo pubblico per una manifestazione comunale, pertanto nessuno poteva mettere il tavolo. Strano, lo scorso anno il Sindaco aveva fatto visita al Palacurling, anche questo è documentato su Facebook, ed allo Sporting non era stato intimata alcuna rimozione (vedasi ancora le immagini pubblicate su Facebook). A noi pare che siano l’unica cosa che avete dimostrato ieri è un comportamento antisportivo, espresso tramite ripicche attuate con azioni di forza verso chi disturba o dissente dalle Vostre scelte.”

             Cordiali Saluti.

                                                                                               Giuseppe DEZZANI

                                                                                                  Eros GONIN

Nella foto Porte aperte allo sport 2021, pubblicato in data 22 settembre 2021 da Sporging Pinerolo.

 

Commenti