Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Escursioni guidate in lingua occitana e francese “PÉIRA – PIERRES – PIETRE”

15/10/2021 8:39

Sabato 23 ottobre, nell’ambito del programma di escursioni guidate in lingua occitana e francese “PÉIRA – PIERRES – PIETRE”, finanziato con la Legge 482/99 per la tutela delle lingue minoritarie, è in programma l'escursione “Risaliamo la storia di Villar Perosa”. L'escursione inizierà con la visita dei rifugi antiaerei, che nel gennaio del 1944 hanno salvato la vita a circa 3.500 persone, quando la fabbrica fu rasa al suolo da un bombardamento alleato; si proseguirà con la visita del latifondo che circonda Villa Agnelli, per poi salire verso le borgate più alte e la dorsale che separa il comune di Villar da San Pietro Val Lemina, in mezzo a splendidi colori autunnali. Dopo aver visitato alcuni luoghi affascinanti e quasi sconosciuti, con un anello si tornerà nelle borgate del Carté Dzoura, e quindi all'auto. Ritrovo a Villar Perosa (in piazza Ferrero, l’ex piazza del mercato) alle ore 8.30. Dislivello: 600 m. Pranzo al sacco. Rientro previsto intorno alle ore 15.30.

Per info e prenotazioni (obbligatorie): Aline Pons, email alinepons.gae@gmail.com , tel. 3403380073.

Domenica 24 ottobre, rimanendo sempre in Val Chisone, è invece programma l'escursione “Pietra da taglio: dal Malanaggio a Monte San Benedetto”, che si snoderà a cavallo tra il Comune di Porte e quello di Villar Perosa: un’occasione per scoprire la misconosciuta storia di Porte e una delle due cave di pietra da taglio presenti nella valle. Ritrovo a Malanaggio alle ore 9. Dislivello: 550 m. Pranzo al sacco. Rientro previsto intorno alle ore 15.

Per info e prenotazioni (obbligatorie): Sylvie Bertin, email sylvieliberamente@gmail.com , tel. 349 8660069.

 

Mostra Di.segni

Sempre domenica 24 ottobre, dalle 15 alle 18, sarà anche possibile visitare la Mostra Di.segni – La vena artistica di un pastore valdese”, una serie di tavole a colori realizzate da Sergio Ribet, pastore valdese recentemente scomparso, e raccolte da Marianne Hintermüller e Giovanna Ribet. Nati come “scarabocchi” su qualunque pezzo di carta disponibile durante incontri, sedute, conferenze, dibattiti, ascoltando la radio o dopo aver letto il giornale.

La mostra rimarrà ancora aperta per tutte le domeniche di ottobre, sempre dalle 15 alle 18 (nello stesso orario di apertura dell’Esposizione “Gli antichi mestieri).

Nella foto Pietra da taglio: dal Malanaggio a Monte San Benedetto”

Commenti