Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Verbali autovelox tra Riva e Pinerolo da annullare? Diatriba tra Prefettura e Comune

11/10/2021 18:17

 

Verbali autovelox da annullare? Diatriba tra Prefettura e Comune di Pinerolo.

Chissà a quanti cittadini-automobilisti questa notizia potrebbe far arrabbiare considerato che si son visti decurtare punti dalla patente e sono stati “costretti” a pagare verbali “salati” a causa del superamento del limite di velocità di 90 k/h nel tratto di strada SP23 tra Riva di Pinerolo e Pinerolo. Gli autovelox (con il rilevamento della velocità da remoto) necessiterebbero di una autorizzazione della Prefettura se la strada è considerata extraurbana principale. Inoltre, in questo caso, nei verbali, devono essere indicati gli estremi del decreto prefettizio che autorizza l’autovelox poiché, il tratto di strada in questione (secondo alcuni) rientrerebbe proprio nella fattispecie di strada extraurbana principale. Di diverso avviso sarebbe la posizione del comune di Pinerolo che sostiene che quella strada è una strada extraurbana secondaria quindi non necessaria di autorizzazione della Prefettura. Chi ha ragione?  Resta il fatto che in Prefettura a Torino è presente un ricorso di una automobilista che chiede l’annullamento del verbale.  Adesso si attende il pronunciamento della Prefettura che dovrebbe mettere fine alla diatriba. Se la Prefettura dovesse avere ragione il comune potrebbe ricorrere al TAR? E le centinaia di miglia di euro messi a bilancio dal comune di Pinerolo, amministrato da Salvai, su “incassi” provenienti dalle multe che fine faranno nell’ipotesi di un pronunciamento avverso da parte della Prefettura?

Per dare una migliore lettura di questa notizia riportiamo le caratteristiche sia della strada extraurbana principale che secondaria come previsto dall’art 2 del codice della strada:

Strada extraurbana principale: strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico invalicabile, ciascuna con almeno due corsie di marcia e banchina pavimentata a destra, priva di intersezioni a raso, con accessi alle proprietà̀ laterali coordinati, contraddistinta dagli appositi segnali di inizio e fine, riservata alla circolazione di talune categorie di veicoli a motore; per eventuali altre categorie di utenti devono essere previsti opportuni spazi. Deve essere attrezzata con apposite aree di servizio, che comprendano spazi per la sosta, con accessi dotati di corsie di decelerazione e di accelerazione”.

Queste le caratteristiche della strada extraurbana semplice:

“Strada extraurbana secondaria: strada ad unica carreggiata con almeno una corsia per senso di marcia e banchine.”

Per la cronaca i due terzi degli introiti dei verbali finiscono nelle casse della Città Metropolitana e il restante al comune di Pinerolo. Vedremo come andrà a finire. Comunque è una bella grana per Salvai...

Nella foto gli autovelox "contestati"

Commenti