Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Riqualificato dagli studenti Liceo Artistico il “Monumento vittime della strada”. Pinerolo

29/09/2021 19:08

Riqualificato dagli studenti Liceo Artistico "Michele Buniva" il “Monumento vittime della strada”. Pinerolo

Grazie agli studenti delle classi VA e VB indirizzo Arti figurative (anno scolastico 2020/21) del liceo Artistico, “Michele Buniva” di Pinerolo, questa mattina è stato presentato ai cittadini la riqualificazione del Monumento vittime della strada, situato in Piazza Don Milani a Pinerolo. Presenti il dirigente scolastico Danilo Chiabrando, docenti, studenti, una rappresentante dell’Associazione “Ali d’Argento” e autorità civili.

Un “restyling” del monumento necessario, aveva bisogno di una nuova riqualificazione che, grazie agli studenti del Liceo Artistico di Pinerolo è avvenuta. Gli studenti hanno progettato ipotesi per dare nuova veste all’opera, interpretando le emozioni, i sentimenti e la consapevolezza dell’argomento trattato, in modo personale e partecipato. L’opera definitiva realizzata tra le tante proposte dei giovani artisti, è di Antonio Del Giudice, indicato dagli studenti stessi come autore del progetto prescelto. Tutti gli elaborati, saranno visionabili tramite QR code che è applicato sul monumento. Il monumento è stato il primo realizzato in Italia ed è stato donato alla città di Pinerolo dall’Associazione Ali d’Argento nel 2012.
“Il progetto – scrive Antonio Del Giudice - consiste nella rappresentazione in serie del classico pedone dei cartelli stradali e semafori che riconduce all’ambiente urbano, e simboleggia una categoria di persone: le vittime della strada. I pedoni sti lizzati vengono “investiti” da una parola, sempre ripetuta in serie: SKRT. SKRT è un’onomatopea che indica il fischio dei pneumatici sull’asfalto, diventata popolare negli ultimi anni grazie all’esplosione della musica rap/trap. Su ogni foglio del monumento è dipinta una serie di pedoni investiti da questo suono, rappresentando così momento dell’incidente di ognuno di loro, sintetizzato al massimo e con colori accesi e psichedelici. Ho deciso volutamente di usare questi colori vivaci, intensi e puri che inneggiano alla vita per ricordare a tutti il valore della stessa. Perché quest’opera continui ad essere viva, ti invito a scrivere un tuo pensiero sul basamento”.

Le finalità della riqualificazione del monumento sono state: creare nuovo interesse sul tema - coinvolgere direttamente e praticamente gli studenti - aggiungere un valore didattico al programma scolastico che parte dalla progettazione alla realizzazione della nuova veste del monumento Il lavoro finale porterà la firma dell’autore dell’opera selezionata e votata dagli stessi studenti; un codice QR permetterà ai cittadini di vedere tutti i progetti presentati. Gli studenti che hanno partecipato, saranno gli autori di frasi o memo fissati in estemporanea da loro stessi sul basamento, a sottolineare emotivamente la loro consapevolezza e il loro coinvolgimento. Il progetto di riqualificazione del monumento potrebbe diventare quinquennale e dunque rinnovabile. I destinatari sono gli stessi studenti che realizzeranno la nuova opera, così come tutti i giovani in senso più ampio, la cittadinanza, l’associazione Ali d’Argento che quotidianamente è impegnata nel difficile ruolo di sensibilizzazione proposto nelle scuole di ogni ordine e grado e nella giornata mondiale dedicata a questo tema. Il progetto di riqualificazione, sarà visibile sul sito ufficiale dell’Istituto “Buniva”.

Docenti coinvolti: Donatella Beltramone, Luisa Collica, Angela De Rosa, Massimo Villadoro, Ardelia Zucchini.

Hanno partecipato con le loro idee e progetti: studenti della VA arti figurative Adamo Silvia, Aliaga Carrion, Pedro Luis Anrico, Rachele Bellin, Eva Bortolin, Umberto Bruno, Gabriele Buscemi, Asia Calabrò, Camila Lucia, Calcagno Francesco, Corinto Eleonora, Costaggiu Martina, De Bari Sofia, Del Giudice Antonio, Diriso Daria, Galfione Camilla, Gay Sofia, Long Serena, Menegazzo Anna, Paoletti Miriam, Peyrot Eleonora, Pistillo Desiree, Sfragaro Ania, Tumminaro Erika. VB arti figurative: Agostino Eleonora, Basso Matilde, Battaglio Alida Vittoria, Boccia Elisa, Bosio Sharon, Chiapperini Alice, Cimino Miriam, Coppola Gaia, Dovis Giulia, Giraudo Lucia Teresa, Lo Giudice Angelica, Mainardi Alice, Netti Giorgia, Origlia Isotta, Predebon Margot, Puppini Valentina, Ricca Sara, Ruotolo Valeria, Soleti Laura, Tortello Francesca, Venticinque Mikael, Venturelli Elisa, Vindemmio Azzurra Maria.

Ancora una volta l’IIS “Michele Buniva” dimostra l’alta competenza dei docenti dei vari indirizzi e, in questo caso del Liceo Artistico di Pinerolo.

L’associazione Ali D’argento

“L’associazione Ali D’argento nasce nel 2009 a Pinerolo una città a pochi chilometri da Torino. Nasce come un gruppo di genitori che vogliono ricordare a tutti che la strada non è un circuito per una gara a chi arriva primo, ma è il luogo dove le persone si mettono in cammino per ritornare alle proprie case dai loro cari.

Ali D’argento non è soltanto un’associazione, Ali D’argento è il frutto che nasce dal dolore di persone che hanno perso i loro cari.

Sono genitori che non si sono abbandonati al dolore, anzi, hanno trovato il coraggio di reagire combattendolo in prima persona.

Hanno deciso di reagire per ricordare che la vita, la propria e quella degli altri è un dono eccezionale, unico, e che perderlo per una banale corsa in auto o per via di superficialità e sbadataggine è un imperdonabile errore.

Nel corso degli anni, e dopo varie difficoltà, per l’associazione arrivano i primi frutti, l’etichetta di associazione ONLUS è uno di questi, fino ad arrivare a un risultato mai pensato prima per una piccola associazione, la creazione del primo monumento italiano realizzato in onore e in memoria delle vittime della strada.

Da questo punto in avanti l’associazione ha realizzato un film documentario dedicato alla riflessione sul tema, e che ci auguriamo, possa arrivare in ogni angolo del mondo a portare riflessione ed emozioni.”

Le mamme dell’Associazione”.

Nella foto la presentazione del monumento riqualificato dagli studenti con il dirigente scolastico prof. Danilo Chiabrando e una mamma dell’Associazione “Ali d’Argento” di Pinerolo.

 

 

 

 

 

 

Commenti