Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Ucciso in casa. Aveva sorpreso dei ladri nel suo appartamento. Piossasco

09/06/2021 7:50

Oggi, poco dopo le ore 4,   a Piossasco,  in   via Campetto 33,   i Carabinieri e personale 118 sono intervenuti  per soccorrere  Roberto Mottura, 50 anni, architetto. L'uomo era nella propria  abitazione con la moglie e il figlio 13enne quando ha sorpreso i ladri in casa. Inizialmente sembrava colto da malore in realtà era stato colpito da un colpo di pistola e ogni tentativo di rianimazione è stato vano.  A terra,  è stato trovato un bossolo verosimilmente sparato da un malvivente forse a seguito di una  colluttazione con la vittima. L'ispezione cadaverica è ancora in corso. Sul luogo stanno operando i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri.

È presente il comandante provinciale, Colonnello Francesco Rizzo. In corso il sopralluogo e rilievi tecnico scientifici da parte dei carabinieri del nucleo investigativo di Torino. Da una prima ricostruzione dell'accaduto, sembrerebbe che i malviventi fossero almeno due e si siano introdotti all'interno dell'abitazione, mediante la rottura di un' anta di una finestra collocata a due metri di altezza dalla strada.
I due delinquenti sono stati, però,  sorpresi subito dal proprietario.  Sembra non mancare alcunché dall'appartamento.
Durante la fuga (scappando dalla finestra da dove erano entrati) , e per non essere bloccati,  uno dei delinquenti ha esploso un solo colpo di pistola, di piccolo calibro, che ha colpito il padrone di casa nel basso addome causando la morte.

Commenti