Facebook Twitter Youtube Feed RSS

I titolari del bar della stazione che non dimenticano i giocatori del grande Torino. Pinerolo

04/05/2021 18:17

di Dario Mongiello

Settantadue anni fa, il 4 maggio 1949, alle ore 17 circa, ci fu la tragedia a Superga (Torino) con lo schianto dell'aereo che portava a casa  i giocatori del grande Torino di ritorno da una trasferta a Lisbona dopo una gara contro il Benfica. 

Ogni anno i tifosi del Torino F.C. ma anche tutti gli amanti del calcio e dello sport, ricordano questa data, incancellabile dalla memoria sportiva e umana. 

Anche a Pinerolo , ogni anno, i titolari del bar della stazione, Marco e Giuliano,  espongono con orgoglio, tutto granata,  una grande bandiera del Torino (vedi foto)  per ricordare  i giocatori del grande Torino:  Valerio Bacigalupo, Aldo Ballarin, Dino Ballarin, Emile Bongiorni, Eusebio Castigliano, Rubens Fadini, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Ezio Loik, Virgilio Maroso, Danilo Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Piero Operto, Franco Ossola, Mario Rigamonti, Giulio Schubert e gli allenatori Egri Erbstein, Leslie Levesley, il massaggiatore Ottavio Cortina con i dirigenti Arnaldo Agnisetta, Andrea Bonaiuti ed Ippolito Civalleri. Nell'incidente aereo morirono anche i giornalisti Renato Casalbore (fondatore di Tuttosport), Renato Tosatti (Gazzetta del Popolo) e Luigi Cavallero (La Stampa), membri dell’equipaggio Pierluigi Meroni, Celeste D’Inca, Celeste Biancardi e Antonio Pangrazi.

 

Commenti