Facebook Twitter Youtube Feed RSS

La Mediazione civile e commerciale, un bene per tutti con OMCI a Pinerolo e pinerolese

18/09/2020 10:02

La Mediazione civile e commerciale, un bene per tutti con OMCI!
Parliamo di Mediazione Civile e in questo caso con il dott. Claudio Salusso responsabile OMCI, organismo di mediazione.
Dott. Claudio Salusso ma la Mediazione Civile e Commerciale che cos'è visto che pubblicità non se vede ma sappiamo che è molto conveniente per i cittadini?
"Prima di tutto – afferma il dott. Claudio Salusso - mi consenta come sempre di ringraziare i dirigenti e funzionari del Ministero della Giustizia, dai responsabili supporto tecnico ai funzionari, Magistrati delegati del ROM, ai funzionari statistici per l'enorme lavoro che fanno in modo egregio e professionale. Ringrazio il Capo dello Stato persona umile con valori veri, che mai ha mancato di rispondermi. Uguale pensiero per i Giudici per l'enorme lavoro che fanno. Colgo l'occasione per segnalare i vari Comuni che hanno sportelli OMCI e visibili sul sito www.omci.org cliccando il link a destra su Sportelli informativi e secondarie. Si possono così avere informazioni ed altri enti istituzionali essendo ormai molti che hanno scelto OMCI come Organismo per i propri cittadini e insieme a tutti gli altri Sindaci, presso i quali abbiamo uno sportello. Voglio ricordare il Sindaco del Comune di Cavour che è stato il primo a darci ampia disponibilità e pubblicità. Ricordo con gratitudine l 'Onorevole Daniela Ruffino, e molti altri, compresi i nostri esperti mediatori in tutte le discipline, dalla Giuridica, all'economica, ai Geometri alla sociologica e tutte le Materie previste dalla legge sempre pronti a dare risposte esaustive per ogni problema inerente la loro attività in OMCI. Invito i cittadini a non esitare a contattarci per risolvere al più presto i tuoi problemi".
Infatti in ogni parte del mondo la Mediazione è molto consolidata. E in Italia?
"La mediazione civile e commerciale se non ci fosse sarebbe un male enorme, ma in troppi non lo comprendono ancora, prima lo si capirà, meglio sarà per tutti. Ora è Legge di Stato a tempo Indeterminato con la Novellata L.96/17 Art.11 Ter, e per i Consumatori la Direttiva 2013/11/U.E. entrata in vigore senza una norma nazionale, ma per effetto della sentenza della Corte di Strasburgo del giugno 2017. L'Unico modo per risolvere i contenziosi civili cuori dai Tribunali in modo veloce e a costi bassissimi. Rivolgetevi all'OMCI e i tuoi problemi anche economici, le tue ansie, il tempo che passa ma non finisce mai... rimarrà solo un ricordo e tutto in un tempo massimo di tre mesi. Non solo, avrete un verbale che se firmato da tutte la parti, con gli avvocati ed il mediatore, avrà valore di sentenza di 1° Grado, perché un Organismo è comunque sotto le normative ed è iscritto al Ministero della Giustizia! Eppure ci sono ancora degli avvocati che consigliano ai clienti di non presentarsi, facendo danni enormi alla Giustizia che è oberata. Inoltre, se il cliente viene condannato, non la prenderà moto bene e al suo cliente che dovrà sborsare molto più denaro. Alcuni avvocati non capiscono che se conciliano, si faranno un nome più prestigioso e i clienti spargeranno la voce, l'avvocato così non avrà più qualche cliente ma ne avrà molti di più. La Mediazione è Legge ed indietro non si torna più, e dovete farvene una ragione, la mediazione è il presente ma sarà sempre di più nel futuro prossimo, anche perché Bruxelles l'ha voluta ed è operativa in tutta Europa, America, e paesi anglosassoni: c'è da anni e funziona benissimo. Con la Mediazione sono tutti soddisfatti: lo Stato, perché non ha costi, i Giudici perché possono fare lavori più impegnativi, gli avvocati perché andranno sempre meno in Tribunale. E i cittadini, per lo stesso motivo, sono avvantaggiati anche perché, grazie al credito d'imposta praticamente spendono pochissimo. Quanto tempo ci andrà ancora in Italia perché tutti percepiscano queste cose senza essere sanzionati dai Giudici e spendere una marea di denaro? Speriamo presto essendo una Legge di Stato, anche se ci va uno spazio di tempo, che è una costante. Infatti, ogni volta che si fa un cambio di Legge a favore del cittadino (vedere cinture di sicurezza, ecc), solo con il tempo, lo stesso, capirà che è per il suo bene e una volta capito sarà pronto anche a cambiare i propri valori culturali. Sarà il cittadino stesso ad andare in Mediazione senza farsi dire da altri cosa fare o cosa non fare, diverrà quindi autoreferente".
Altra richiesta di informazione a Stefano Polastri di OMCI.
"La «mediazione» - precisa Polastri - è l'attività svolta da un terzo imparziale: il Mediatore Professionista, iscritto in un Organismo di Mediazione registrato presso il Ministero della Giustizia, nel "Registro Organismi di mediazione". La «mediazione» è finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta, effettuata dallo stesso Mediatore, per la risoluzione della stessa senza passare alle vie Giudiziarie con i suoi relativi tempi e costi che tutti conosciamo".
I motivi per cui è molto più conveniente andare in mediazione che in tribunale – dichiara Dario Mongiello - a prescindere dall'obbligatorietà, (dovrebbero essere chiarissimi a tutti) sono: 1) I tempi: la Mediazione deve terminare entro un massimo di tre mesi; 2) Spese ridotte; 3) Detrazioni di imposta fino ad un massimo di € 500,00 (sotto forma di Credito d'imposta per chi arriva all'accoro, della metà in caso contrario); 4) Le parti invece di continuare ad avere rancori inutili perché non è odiando che si risolvono le situazioni durature nel tempo ma al contrario con un po' di Amore Umano, Dialogo, e meno orgoglio personale, possono ritrovare di comune accordo una soluzione amichevole: cosa non da poco visti i tempi della Giustizia Ordinari."
Il responsabile dott. Claudio Salusso aggiunge:
"È bene ricordare anche che se si attiva un Procedimento di Mediazione, si attiva tutto il sistema con persone che lavorano e quindi hanno dei costi. Attivare un procedimento di mediazione e non aderire (in particolare) oltre ad essere scorretto nei confronti di chi lavora, non esula al pagamento della Mediazione stessa (Obbligatoria per Legge), ma con costi bassissimi e detraibili sotto forma di credito d'imposta. Si ricorda che il Mediatore è coperto da segretezza, riservatezza e dagli artt. 103-200 C.P.C. (come da art 9-10, D. Lgs.28/10 s.m.i.). Per avere informazioni e per richiedere i moduli di iscrizione reperibili su www.omci.org , sotto il link Formazione nella Home Page. La Presidenza e il Responsabile Scientifico è in Via Macello 3/B 10061 Cavour (TO). Tutte le info sono comunque reperibili sul nostro sito www.omci.org."
Dott. Claudio Salusso, in sintesi ci dice che cosa è per lei La Mediazione Civile e commerciale. Cos'è per Lei la Mediazione e quali requisiti oltre quelli richiesti dalle Leggi dovrebbero avere i Mediatori Professionisti?
"Il Mediatore "professionista" – afferma Il Presidente e Responsabile scientifico dott. Salusso - sa cavarsela sempre in una Mediazione e le parti saranno sempre soddisfatte. Per essere un buon Mediatore OMCI, richiede oltre ai requisiti Legislativi, forte motivazione, capacità di lavorare in gruppo, ed il pieno rispetto della normativa. Tutti si domanderanno: perché con tutti gli organismi che ci sono dovrei scegliere OMCI? Il Motivo è semplicissimo, provate una volta e vedrete la differenza, se così non è, potete sempre tornare ad un altro organismo. Ma il motivo per cui Vi chiediamo di provare OMCI è semplicissimo, è anche il motivo che mi ha portato a fare OMCI pezzo per pezzo con una motivazione fortissima".
Cos'è la Mediazione molto sinteticamente per OMCI?
"Parto da una citazione di San Francesco perché è da quella citazione che ho fondato l'organismo OMCI: perdonarsi a vicenda, portare verità ed eliminare discordia in famiglia, ridare la speranza: questa è mediazione, ed è per questo che è importantissimo, l'empatos: cioè azzerare le proprie conoscenze per comprendere totalmente gli altri, l'ascolto vero che è totalmente differente dal sentire, la comunicazione che è la parte fondamentale per condurre una Mediazione, parlare facendosi capire. Ripeto ancora: questa è Mediazione. Questa è la sintesi della Mediazione, uno strumento, per superare liti, un vero e proprio strumento di pace per tutti!
Il buon mediatore, con un po' di pratica, deve avere questi requisiti: umiltà, rispetto, saper ascoltare, pazienza e tanta motivazione (la benzina principale), movimento, dinamicità per cercare Mediazioni. Se ti ci rivedi in quello sopra scritto diverrai un bravissimo mediatore. Il Mediatore oggi è uno vero professionista, e saper mediare dà anche una grande soddisfazione, ma non è da tutti. Infatti, come per ogni professione, non è detto che tutti, pur volendo, riescano poi a essere buoni mediatori, in questo caso potete essere bravi tecnici, bravi oratori, ma non mediatori ed il motivo è semplice: non siamo tutti uguali. Quindi non tutti siamo adatti ad un determinato lavoro-missione quale è la mediazione.
In mediazione un qualsiasi rapporto tra e con le parti si deve basare sulla fiducia; in caso contrario, le parti non verrebbero coinvolte, non collaborerebbero e non si impegnerebbero a firmare un accordo commerciale, professionale o personale, che per alcuni potrebbe essere il più importante e il più significativo della propria vita.
L'Organismo si avvale, per le proprie mediazioni, di un gruppo di professionisti con competenze specifiche per ogni ramo del conflitto, uniti dall' intento di promuovere e di gestire strumenti alternativi di risoluzione delle controversie. Per questo motivo sono capaci di offrire soluzioni celeri e agevoli alle parti in lite riuscendo così ad evitare, quando possibile, il ricorso alle normali vie giudiziarie. Il mediatore ha anche dei doveri, di accettare e fare ciò che dice il codice etico, ma in modo particolare il regolamento che non è nulla di più che un ricalco della legge. Infatti, il Regolamento, per essere inserito o dato, deve prima essere vagliato dal Ministero della Giustizia. Se passa diventano tutti a tutti gli effetti Leggi di secondo grado. Altra caratteristica per chi è Mediatore e che è iscritto all'albo del ministero della Giustizia è visibile a tutti, e la quota annuale è la più bassa di ogni altro Albo esistente sino ad oggi. Solo per ogni biennio c'è un costo più che è quello dell'aggiornamento, come in tutte le professioni, ma anche qui il costo è molto inferiore e per chi è iscritto ad altri albi può richiedere crediti formativi, oltre a scaricare il costo dalle tasse. Se vuoi diventare anche tu mediatore OMCI, basta scrivere agli indirizzi visibili sul nostro sito ufficiale.
Cordialità, simpatia, ironia, empatia, umiltà sono gli elementi principali per mettere le fondamenta per quel rapporto che da lì a breve dovrà diventare fiducia.
La fiducia la si guadagna, non è mai un diritto. Per guadagnarsi la fiducia occorre dimostrare correttezza e, sopratutto onestà. Per info: www.omci.org . E Ricordate che il Mediatore OMCI è il primo esempio di portatore di pace; E' Importante infine, ricordare che gli organismi ed enti formativo per Mediatori sono solo quelli visibili sugli albi nel sito Istituzionale del Ministero della Giustizia: https://mediazione.gistizia.it".
Intervista fatta al Presidente Fondatore e responsabile scientifico OMCI Iscritto al ministero della Giustizia n° R.O.M, 251, Ente Formativo per Mediatori n° 303. dott. Claudio Salusso. Al portavoce Nazionale OMCI e mediatore civile professionista Stefano Polastri e dal giornalista mediatore Civile e Commerciale Professionista OMCI dott. Dario Mongiello.
OMCI iscritta al Ministero della Giustizia numero R.O.M. 251 e, come ente Formativo, al n° 303

Nella foto il dott. Claudio Salusso

Commenti