Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Il femminicidio non è follia: è la bestialità umana. Confessa l'omicida di Volvera

10/06/2020 18:07

Nicola Cirillo, 58 anni, operatore ecologico in pensione, l'uomo che questa mattina, a Volvera in via Garibaldi 5, ,  ha barbaramente ucciso l'ex moglie Cristina Messina, 54 anni e ferito la figlia di lei, Giusy, Messina, 29 anni,  con colpi di pistola, ha raccontato tutto al magistrato nella caserma dei carabinieri di Pinerolo. (Leggi qui:  https://www.vocepinerolese.it/articoli/2020-06-10/luomo-che-ha-ucciso-lex-moglie-ferito-figlia-si-consegnato-ai-carabinieri-pinerolo-18356 ) . Prima ha sparato alla figlia della donna, Giusy, 29 anni, che era seduta in casa poi ha rincorso l'ex moglie e l'ha raggiunta sul balcone uccidendola con un colpo di pistola alla testa. Molti i testimoni che hanno assistito alla drammatica scena. Per la cronaca la vittima aveva più volte denunciato che l'uomo la minacciava di morte. Inutilmente.

Come nella maggioranza dei casi di femminicidio il movente è stato la gelosia. E anche in questo caso un uomo ha ucciso una donna , l' ex moglie, (erano separati da 4 anni) con una azione di sangue che con la follia non ha nulla a che vedere. A piangere la donna un'altra figlia arrivata disperata sul posto. 

Nella foto Nicola Cirillo e Cristina Messina

Commenti