Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Calcio Eccellenza. PINEROLO - ASTI 0 - 1

10/02/2020 8:09
 
CAMPIONATO REGIONALE “ECCELLENZA” -  GIRONE “B” - 
4^ GIORNATA RITORNO 
PINEROLO  -  ASTI   0  -  1
Pinerolo :- Cammarota, Viretto ( 21° s.t. Savino ), Ferrero, Moracchiato, Mozzone, Tonini       ( 21° s.t. Dedominici ),  Nicolini, Chiatellino, Micelotta, Gasbarroni ( 8° s.t. Gili ),  Maio.  A disposiz., Bonissoni, Bert, Lupo, Barbaro, Fiorillo, Gallo. All. Rignanese.
Arbitro - sig. Moncalvo della Sezione di Collegno ( mediocre la sua direzione, così come mediocre l’operato del 1° Assistente Blasi della Sezione di Torino di Torino - il 2° Ass.te era il sig. Greco della Sezione di Nichelino - i primi due infatti, pur non incidendo minimamente sul risultato, si ritiene che non abbiamo posto in essere idonee contromisure sanzionatorie sul comportamento ostruzionistico della squadra ospite ).
Reti : 12° p.t. Bandirola.
Un ottimo Asti, agguerrito e ben messo in campo ma che – praticamente – con un solo tiro in porta ha portato a casa tre punti preziosi che hanno dato modo agli astigiani di superare ( con 29 punti )  il Pinerolo che quindi è rimasto a quota 28 punti.
La partita è stata combattuta a viso aperto da entrambe le squadre ma sin da subito si è visto più l’Asti ( e meno il Pinerolo ) che portava più uomini - e quindi faceva più “densità” - verso l’azione in cui si giocava la palla anche se ciò non ha creato situazioni di pericolosità per la difesa di casa ma che ha determinato però una superiorità di giocatori sia in fase di costruzione ed anche in fase di ripiegamento ed in fase difensiva.
Infatti, dopo l’eurogol di Bandirola ( uno dei migliori dei suoi insieme ai componenti della difesa ed ai vari Toma, Picone e Plado ) che con una pregevole semirovesciata dall’interno dell’area di rigore pinerolese ha fatto cadere il pallone quasi all’incrocio, sul secondo palo alla sinistra della porta difeso dal portiere Cammarota ed una bella parata ( 24° s.t. ) dello stesso portiere biancoblù ( su errato disimpegno difensivo ), abbiamo assistito ad una serie di tentativi sotto porta condotti dalla squadra pinerolese che però non hanno avuto il crisma della seria pericolosità; si segnalano difatti le incursioni di Micelotta al 5° ed al 18° del primo tempo e poi nella seconda frazione di gioco quelle di Mozzone al 10°, di Gili all’11° e 15°, ancora di Mozzone al 29° e 43° ed al 47° quella di Maio che dopo un difettosa uscita del portiere Brustolin, ha messo la palla al centro nell’area piccola di rigore ( ma con tanti difensori sulla linea di porta ) con nessun giocatore di casa che è intervenuto sotto porta.
Risultato sostanzialmente giusto anche se in caso di pareggio nessuno avrebbe potuto “gridare allo scandalo” soprattutto in ragione della grande abnegazione che i ragazzi biancoblù hanno prodotto seppur senza aver adeguatamente finalizzato e concretizzato le varie azioni che sono capitate.
Bisogna dimenticare e voltare assolutamente pagina in vista dei prossimi ed ancora probanti incontri, facendo “tesoro” , in particolare, del contesto e delle indicazioni con le quali si sono realizzate le ultime due sconfitte.
Calabrese Francesco
 

Commenti