Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Tevez rompe il digiuno: la Juve ok nella prima in Champions.

17/09/2014 1:39

Cinque lunghissimi anni: Carlos Tevez risolve da solo una partita complicata e consente alla Juventus di balzare in vetta al proprio girone di Champions dopo la prima partita. Il Malmoe è una squadra la cui levatura è decisamente inferiore rispetto al tasso tecnico dei bianconeri: eppure all’ottavo minuto è proprio la compagine svedese ad impensierire Buffon, abile a metterci le mani. La difesa, schierata con otto uomini dietro la linea della palla, non consente alla manovra bianconera di costruire qualche cosa di concreto: Asamoah, Tevez e Llorente ci provano senza fortuna. Alla fine del primo tempo il risultato è di parità: lo 0-0 descrive una partita noiosa e una Juve ben diversa da quella ammirata nel campionato italiano.

Nel secondo tempo la Juve cambia ritmo: al 14’ Tevez concretizza la triangolazione con Asamoah (splendido tacco per l’argentino) e scarica in rete. Il digiuno, durato oltre duemila giorni, è interrotto. Llorente insacca poco dopo, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Ci pensa ancora Tevez, al 45’: una punizione pennellata alla sinistra del portiere, di pinturicchia memoria, condanna definitivamente il Malmoe. La Juve conquista la prima tappa dell’avventura di Champions.

Nel girone, a sopresa, l’Atletico di Madrid viene sconfitto dall’Olympiacos per 3 reti a 2. La Juventus guida il girone in virtù della differenza reti.

Gabriele Piardi

Commenti