Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Quagliarella è del Toro

15/07/2014 20:03

È fatta Quagliarella è un giocatore del Torino di Antonio Chiera 

 

Quagliarella-Torino, fumata bianca: alla Juventus tre milioni e un Primavera

 

FINALMENTE !!!!! dopo giorni e giorni di trattativa, Il colloquio telefonico intercorso nel pomeriggio tra il d.g. della Juventus Giuseppe Marotta e il presidente del Torino Urbano Cairo.

 

Tema della chiacchierata Fabio Quagliarella, che è di fatto un giocatore del Torino. Dopo quasi due settimane trascorse arroccati sulle proprie posizioni, infatti, entrambe le parti hanno fatto il fatidico passo in avanti, o indietro, dipende dai punti di vista, per venirsi incontro e chiudere un affare annunciato all’insegna della classica soluzione intermedia.

 

Erano cinque i milioni chiesti dai bianconeri per cedere il cartellino dell’attaccante campano, mentre a due ammontava l’offerta dei granata. Dopo la parziale apertura della dirigenza granata, che nel fine settimana si era spinta a 2,5 milioni più bonus “facili” in modo da raggiungere i tre milioni, l’intesa sul filo del telefono è stata raggiunta proprio sulla base di tre milioni, ma fissi, senza bonus.

 

Non a caso la soglia sotto la quale, come anticipato da noi in tutto questo periodo puntualmente, la Juve non avrebbe potuto scendere per evitare di inserire a bilancio la cessione di Quagliarella alla voce minusvalenza, avendo acquistato il giocatore dal Napoli per 15 milioni tra estate 2010 e quella successiva. A corollario dell’intesa anche il trasferimento alla Juve di un Primavera del Torino, operazione già avvenuta, al contrario, durante lo scorso mercato di gennaio, quando il bianconero Bertinetti raggiunse in prestito i giovani granata di Moreno Longo poi finalisti perdenti di categoria con il Chievo.

 

 

Rapporti cittadini sempre più stabili, quindi, come detto pochi giorni fa dallo stesso Cairo, una sorta di apertura all’intesa ormai imminente. A questo punto mancano solo firma e ufficialità per fare in modo che Quagliarella torni al Torino, club con il quale l’attaccante aveva già raggiunto un’intesa per un triennale da 750.000 euro netti.

 

Così si spiega il reiterato rifiuto al trasferimento a Verona, che lo corteggiava da tempo, ma che proprio lunedì aveva virato sul livornese Paulinho. L'ufficialità potrebbe arrivare a breve, magari insieme a quella sul trasferimento alla Juve di Juan-Manuel Iturbe, per il quale sono a colloquio le dirigenze bianconera e gialloblù. Ma senza una contropartita tecnica il rischio per i Campioni d'Italia è di dover alzare ancora l'offerta all'Hellas.

 

 

 

 

Commenti