Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Pinerolo F.C.: il campo non rende giustizia al gioco

21/11/2013 19:35

La prima squadra scivola al quarto posto in classifica, mentre la società aspetta ancora una risposta dal Comune riguardo i lavori allo stadio.

 

Mese non troppo felice per la prima squadra del Pinerolo F.C., che nelle ultime quattro giornate ha totalizzato solamente due punti. I ragazzi di mister Bertoglio non giocano male, anzi esprimono a tratti davvero un buon calcio, come sottolineato da Vincenzo Chiarenza, ex allenatore del Pinerolo e della Primavera della Juventus: “Il Pinerolo cerca di giocare un buon calcio e ci riesce, senza sprecare mai una palla ed esprimendo una buona fase sia offensiva che difensiva. Aumenterei solo la spinta degli esterni bassi, che potrebbero ulteriormente migliorare il rendimento della squadra.”

I problemi, semmai, arrivano quando si tratta di gestire il vantaggio e non perdere la calma, come avvenuto durante la sfida casalinga con il Benarzole (partita dominata per 70' e messa in cassaforte con un 3-1, salvo poi sciupare tutto e finire 3-3).

La classifica è ancora buona, nonostante lo scivolone dalla seconda alla quarta posizione, a quota 23 punti: il Cavour, terzo, è a sole tre lunghezze e la Valenzana Mado a quattro; irraggiungibile pare invece, per tutti, l'Acqui, saldamente in testa con 39 punti.

Il presidente Leonardo Fortunato ha espresso rammarico per i pochi punti racimolati questo mese, ma non è pessimista: “L'ultimo mese è stato sicuramente deludente, 2 punti in quattro partite sono pochi; nonostante i tre infortunati, non dobbiamo cercare alibi: la rosa è abbastanza ampia per affrontare agevolmente situazioni simili, dobbiamo fare meglio. Abbiamo però già individuato alcune correzioni della rosa da apportare a dicembre. La mia preferenza è per una seconda punta di peso.”

Sul fronte societario si attende ancora una risposta da parte del Comune per quanto riguarda i rimborsi dei lavori di manutenzione straordinaria eseguiti dalla società a proprie spese; manutenzione straordinaria che, ricordiamo, è di competenza comunale. Il presidente Fortunato è stanco della situazione di stallo creatasi: “Noi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo. Abbiamo mandato, più di un anno fa, l'elenco dei lavori di manutenzione straordinaria eseguiti all'amministrazione. Ora i loro tecnici lo stanno esaminando, ma sembra che il Pinerolo sia quasi un peso; sono arrivate varie giustificazioni per rimandare di mese in mese i rimborsi. Già qualche tempo fa avevo ventilato la possibilità di portare via la società dalla città e se le cose dovessero continuare così, non è escluso che lo faccia.”

Quasi a conferma di quanto affermato dal Presidente, il sindaco Eugenio Buttiero ha ammesso che la condizione dello stadio possa essere passata in secondo piano nell'agenda dell'amministrazione: “Io non ho seguito personalmente la vicenda, ma se abbiamo preso degli impegni li onoreremo. Dobbiamo ricordarci che i nostri tempi sono vincolati dalla burocrazia e la nostra azione dal bilancio. Noi ora abbiamo altre priorità, quindi questa situazione non dico sia stata abbandonata, ma forse momentaneamente sospesa.”

Più ottimista pare invece l'assessore ai lavori pubblici Angelo Pisaniello, che meglio conosce lo stato degli accordi e dei lavori: “Non voglio sbilanciarmi troppo sulle tempistiche, perché sono sempre un problema, ma credo che la situazione potrebbe sbloccarsi entro una ventina di giorni, ormai abbiamo fatto tutto il lavoro necessario.”

Far perdere alla città anche la squadra di calcio storica sarebbe davvero un duro colpo; è vero che in questo momento bisogna fare delle scelte, ma se si sono presi degli impegni vanno rispettati a prescindere; soprattutto visto che la società i lavori li ha fatti, a proprie spese.

 

Simone Sindoni

 

 

 

Commenti