Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Cumiana e le critiche alla maggioranza

21/05/2013 9:24

Pubblichiamo il discorso fatto, durante la manifestazione del 10 maggio scorso a Cumiana, dal consigliere comunale di minoranza Roberto Mollar, del gruppo “Cumiana Viva” .

 

Buona sera a tutti,

è veramente bello vedere una partecipazione popolare così numerosa a questa manifestazione indetta per chiedere le dimissioni dell’attuale amministrazione.  Complimenti a tutti voi che con la vostra presenza dimostrate quanto vi stia a cuore la sorte di Cumiana. Devo precisare che intervengo molto mal volentieri (su questo palco) perché alcuni consiglieri di minoranza, tra cui il sottoscritto, avevano dato fiducia a questa amministrazione, pensando che sarebbe stata capace di fare il bene del nostro comune, realizzando quanto promesso nel programma elettorale; programma molto simile a quello presentato da tutte le forze di opposizione. Alla luce dei fatti purtroppo possiamo dire di esserci sbagliati, nulla di quanto promesso è stato realizzato. In realtà è stato fatto tutt’altro sprecando i pochi soldi che ci sono e che dovrebbero essere spesi con attenzione e non per realizzare opere di scarso interesse o di interesse solo per pochi, come, per esempio, l'ormai famoso (purtroppo in tutta Italia) monumento "Angelo del dolore" (mai nome fu più giusto) che oltre a costare una fortuna, elimina la più ampia area dedicata ai parcheggi del nostro comune, area di vitale importanza nei giorni di mercato. Che dire dello spostamento del tennis dal Menna al centro sportivo, anch'esso venuto agli onori delle cronache nelle ultime settimane, spostamento che a fronte di un costo cospicuo, non darebbe ulteriori utilità alla cittadinanza, ma al contrario potrebbe comportare la chiusura del circolo Menna con perdita di un importante polo di aggregazione sociale soprattutto per i più anziani. E' in un momento difficile come quello che sta attraversando il nostro Paese che è necessario investire sul sociale, in modo da far sentire di meno alle famiglie il peso della crisi che ci sta colpendo. Al contrario questa amministrazione ha pensato bene di privatizzare l'asilo nido, di portare lentamente al collasso la Casa di riposo con aumenti della retta che hanno fatto diminuire sensibilmente il numero degli anziani ospitati. La drastica diminuzione degli ospiti inciderà inevitabilmente sul consuntivo che presenterà un saldo negativo.......passo antecedente alla privatizzazione anche di questa struttura  a forte impatto "sociale" (l'asilo nido insegna). Credo sia opportuno segnalare un ulteriore anomalo comportamento di questa maggioranza che in campagna elettorale ha più volte avvisato i cittadini che se eletti avrebbero fatto "tirare la cinghia" ponendo maggiore attenzione alle spese;  attesa la ristrettezza di fondi del nostro comune.  Bene, tutti i consiglieri di minoranza, consci di ciò e della gravità della situazione, hanno volontariamente rinunciato ai gettoni di presenza destinandoli ad interventi del comune nel settore del sociale. Stranamente la maggioranza non ha fatto altrettanto, anzi per la prima volta nella storia del Comune di Cumiana, ha istituito la figura del Presidente del Consiglio attribuendogli un gettone di € 150,00!!! Tutti siete a conoscenza di quanto comparso sulla carta stampata e nei servizi televisivi e quindi non mi soffermerò oltre, ma ritengo sia importante ricordare la questione della variante n.10 al piano regolatore, anch'essa oggetto di indagine da parte della Procura della Repubblica di Pinerolo. Ciò che lascia di stucco, è che la variante è figlia del consigliere delegato Grometto appartenente a "Cumiana ci piace così", il quale ha incredibilmente smentito quanto sostenuto con forza e vigore negli ultimi 20 anni: cioè no al consumo di territorio si al recupero dell’esistente! La ben nota variante, fra le altre cose, crea ex novo la possibilità di insediare in località bivio i SERVIZI ALLA PERSONA, cioè la possibilità di aprire studi medici, studi per fisioterapia, case di riposo, ecc. in una zona che ci sembra poco idonea.  La variante, inoltre, caso più unico che raro, concede un solo permesso a costruire tra le circa 200 domande depositate in comune e si tratta del permesso per costruire nuovi 900 metri cubi nel parco di villa Goccia in zona a vincolo Galasso, cioè non abbastanza lontana dai corsi d’acqua. Per quanto riguarda l’urbanistica, è notizia di oggi che l’assessore Grometto, noncurante di quanto sta succedendo, vuole portare nella prossima riunione della Commissione Urbanistica, da me presieduta e che dovrebbe riunirsi il 20 maggio alle ore 18,30, la DELIBERA PROGRAMMATICA PER IL NUOVO PIANO REGOLATORE;  vedremo cosa contiene.  Credo sia opportuno che la cittadinanza partecipi numerosa a tale riunione, anzi, come presidente della Commissione Urbanistica, vi invito tutti a partecipare.  A tal proposito vi informo che non è mia intenzione convocare la Commissione Urbanistica se, come ho detto in Consiglio Comunale, prima non viene fornita ai membri della Commissione stessa, tutta la documentazione necessaria per approfondire anticipatamente i vari punti.  Concludo dicendo che alla luce delle indagini che la Procura della Repubblica di Pinerolo sta effettuando in merito a ben tre procedimenti penali che vedono coinvolti l'attuale amministrazione e della lunga e lenta emorragia di consiglieri comunali e di collaboratori che ha colpito questa maggioranza, vedendola oggi ridotta a soli 5 consiglieri più il dottor Ajelli, crediamo sia corretto che il Sindaco, che come da lui più volte ribadito lavora per il bene di Cumiana, prenda coscienza dell'incapacità della sua giunta di operare per il bene del nostro comune e si dimetta.  In caso contrario le conclusioni saranno facili da trarre.

Roberto Mollar

Commenti