Facebook Twitter Youtube Feed RSS

CAMPIONATO REGIONALE SERIE C FEMMINILE GIRONE B: Ford Sara sconfitta dal Lingotto

05/11/2012 16:03

Campionato Regionale Serie C Femminile
Sabato 3 Novembre – Palazzetto dello Sport, Pinerolo.
Ford Sara Pinerolo-Csm Italia Lingotto 0-3
(24/26;24/26;20/25)
FORD SARA PINEROLO: Fattori(K); Aprile; Bellei; Pettazzi; Martra; Bugnone; Stratta;
Asti; Franco; Viotto; Brunel; Lisdero (L); Bertolotto (L). All: Giovale – Martoglio

Csm Lingotto: Fabbian, Zanirato, Vigna; Tortoglio; Pintore; Salomone; Banzato; Gioria;
Mastrandrea; Tarozzo (K); Bunino; Tarozzo (L); Urbinati (L). All: Cappelluti
Arbitro: Guerci Giorgia; Traverso Roberto.

PINEROLO – Risultato severo per il Pinerolo targato Ford Sara, che esce dal match con
uno dei team favoriti senza punti e qualche rammarico. Se il risultato parla chiaro, la partita
vista racconta invece di un match giocato alla pari, dove solo i particolari hanno fatto
pendere la bilancia verso le lingottine.

Il primo set parte punto a punto, con le due squadre che viaggiano con un cambio palla regolare, si vede da subito che sarà battaglia anche di nervi. Le giovani Union non sembrano patire più di tanto il grande potenziale del Lingotto; a metà set arriva lo strappo, Bellei mette a terra palloni importanti e le torinesi sono costrette al time out; si entra nel rush finale e le padrone di casa si fermano, arrivano in serie 3 errori e da quel momento ogni pallone pesa il doppio; niente di meglio per le ospiti che, guidate da un’ottima Tarozzo, con tanta esperienza ribattono i due set point sciupati al vento dal Ford Sara e alla prima occasione chiudono 24/26, per uno 0-1 quasi insperato.
Nonostante il rammarico, Fattori e compagne ripartono nel secondo set con la stessa determinazione; Lingotto però è squadra esperta e con pazienza scappa via fino al 15-19,
Bugnone (ultima gara per lei per via della dolce attesa,….tanti auguri!!) entra per Viotto e time out Giovale, il Ford Sara rientra in campo nuovamente sugli standard del primo set e punto dopo punto riesce l’aggancio e il sorpasso sul 20-18; come nel set precedente, nel momento che conta la palla non cade più e arrivano nuovamente due errori gratuiti che risvegliano le lingottine e cancellano i possibili fantasmi; il risultato è il medesimo, per il set ball fallito, Lingotto ringrazia è chiude alla prima occasione 24/26.
Nella terza frazione, le ospiti controllano il gioco cercando di non prendere più nessun rischio, Fattori e compagne risentono il contraccolpo delle occasioni fallite e si lasciano scappare via il set. Nonostante questo, guidate da un’infermabile Bellei, Pinerolo si rifà sotto e prova a non ammainare bandiera bianca, ma ormai è tardi e il 20/25 sancisce un severo e non meritato 0-3.


L’analisi di coach Giovale: “Il risultato è molto severo; il Lingotto si è rivelata come sapevamo, una delle due forze del girone, e abbiamo giocato alla pari sempre; siamo venute meno nei finali, dove ci è mancata la cattiveria e la lucidità per chiudere; normale che dispiaccia vedere che te la giochi alla pari con le più forti e poi perdi 3-0. Se si è poco lucidi queste cose possono far saltare gli equilibri, perché si finisce per ricercare con esasperazione problematiche che non ci sono, tanto più che la cosa palese è l’aver lottato alla pari. Ci manca lucidità nei momenti che contano, ci è mancata l’esperienza che invece nell’altra metà campo non fa difetto; e allora? Vogliamo farcene una colpa? Assolutamente no, anzi il ‘file esperienza’ di ogni giocatrice si arricchirà anche di questo.
Poi non sottovalutiamo il fatto che nelle prime 5 giornate, compreso sabato a Oleggio, abbiamo affrontato 3 delle migliori. Questo non è un problema di per se, tanto più che stiamo giocando alla pari, certo per un gruppo nuovo la costruzione dell’identità di squadra e dell’intesa con l’allenatore è un bel test per iniziare; il lato positivo è che se siamo intelligenti e poco avvezzi agli alibi, come per fortuna siamo, questo inizio di alto livello non può che temprarci e abituarci a lottare. Ora Oleggio sarà un’altra dura battaglia, ma fermarsi al risultato per una squadra con gli obiettivi come la nostra è sbagliato. Aanche con Oleggio dovremo provare a crescere nelle situazioni che ancora difettano: la strada è questa”.

Il prossimo incontro vedrà appunto impegnato il Ford Sara a Oleggio, contro la prima della classe.

Commenti