Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Terremoto - Io non rischio

13/10/2012 11:37

Si celebra oggi 13 ottobre e domani  la campagna nazionale per la riduzione del rischio sismico “Terremoto – Io non rischio”. Sono impegnati 1.500 volontari di dodici organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile,  presenti in oltre cento piazze della Penisola per distribuire materiale informativo, sensibilizzare i propri concittadini ad informarsi sul livello di pericolosità del territorio dove vivono, dare indicazioni su come svolgere una corretta prevenzione e ridurre la vulnerabilità sismica delle costruzioni. L’Italia è un bellissimo paese, ma con gravi problematiche connesse al rischio sismico ed idrogeologico, aggravate da criminose speculazioni, che ne hanno ferito irrimediabilmente gran parte del territorio. La prevenzione comporta l’impegno di ogni cittadino a vigilare sull’osservanza delle normative antisimiche per le costruzioni edilizie, che la classificazione sul rischio sismico ed idrogeologico locale impongono. Ci si deve quindi impegnare tutti contro l’illegalità, operata da organizzazioni criminose colluse con chi deve effettuare i controlli, in ambito di abusivismo edilizio e di normative antisismiche applicate o meno. Inoltre, la prevenzione passa anche attraverso la ricerca, purtroppo politicamente ignorata, non sostenuta né economicamente né come progetto vincente prioritario per il futuro dei nostri figli. L’Italia ha risorse intellettuali per tali progetti, ma manca in molti italiani, soprattutto nella quasi totalità della dirigenza politica,  la preoccupazione per il bene pubblico, manca l’impegno personale per il benessere di tutti.

Giovanna de Liso

Commenti