Facebook Twitter Youtube Feed RSS

ESCLUSIVO. Pinerolo: “Teatro Sociale” da rifare? problemi impianto elettrico e non solo...

16/06/2012 10:13

Il teatro sociale di Pinerolo è una vera idrovora che mette a dura prova i già malandati bilanci comunali. In pratica registra una perdita secca, a fine stagione, di circa 350.000 euro, puntualmente ripianati da Pantalone, cioè da noi. Leggendo i documenti ufficiali si scopre, infatti, che il tasso di copertura del costo di gestione proveniente dalle entrate proprie, in sostanza biglietti e abbonamenti, arriva a coprire solo all’8 % dei costi di funzionamento, il resto come vi dicevo, ce lo mettiamo tutti noi. Vale a dire che se io vado a teatro, volente o nolente anche chi fino a poco fa ne ignorava l’esistenza ha contribuito suo malgrado, all’acquisto del mio biglietto. Ma l’assurdo non finisce qui. Recentemente, infatti, proprio per cercare di porre in rimedio a questa situazione di rosso fisso, le opposizioni hanno sollevato il problema in consiglio comunale. Pochi giorni fa, durante i lavori della commissione cultura, sono state avanzate diverse proposte per superare questa impasse, compresa l’idea di emettere un bando pubblico con cui affidare il teatro in gestione a terzi, come del resto già in uso in molte realtà comunali. A questo punto il dott. Crepaldi dirigente del settore, ha raggelato i presenti. Quella che è la soluzione più ovvia e praticata già da molti enti da noi è irrealizzabile a meno di non voler esporre il Comune al rischio di dover pagare dei risarcimenti. Nonostante il teatro sia stato consegnato e riaperto al pubblico poco fa, sono già emerse criticità nell’impianto elettrico e nell’impianto di condizionamento tali da renderne impossibile, ad esempio, l’utilizzo durante la stagione estiva. A queste condizioni, nessun privato sarebbe disposto ad assumersi i rischi di una gestione diretta e dunque si torna al punto di partenza. Senza considerare l’annosa questione legata all’utilizzo dei locali dell’antico caffè del sociale, dove non mancano i pretendenti per rimettere in piedi la storica e prestigiosa struttura inutilizzata ma sulla quale da troppo tempo colpevolmente si nicchia. I concittadini non si allarmino però. Per assistere a questo genere di drammi, non c’è bisogno del biglietto. nella foto il teatro sociale di Pinerolo

                                                                                                                                                                                           Pasquino

Commenti