Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Assolta dopo aver insultato il Vigile Urbano. Non tutti sono favorevoli

13/06/2012 15:24

Pubblichiamo una lettera che ci ha inviato un nostro lettore. E' un' opionione e come tale va rispettata. Ci sono dei riferimenti giuridici interessanti. Comunque sia sono da rispettare sia la sentenza del giudice che l'opinione del lettore. Chi volesse dare un contributo alla vicenda può scrivere a: redazione@vocepinerolese.it

Questo il testo:

"l'art. 341bis C.P. dispone che: chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone (ndr. la strada in cui è avvenuto il fatto è una di questa), offende l'onore ed il prestigio di un p.u. mentre compie un atto d'ufficio ed a causa dell'esercizio delle sue funzioni è punito con la reclusione fino a tre anni.  Nel caso in esame ritengo la sentenza sbagliata in quanto: un Vigile Urgano nel corso del suo turno di servizio, in uniforme o non, all'interno del comune dove presta servizio, è sempre nell'esercizio delle sue funzioni. Quindi anche se non avesse elevato alcuna sanzione, non era possibile poterlo offendere (ndr. non puoi mandare a fan... un vigile urbano mentre esercita le sue funzioni, anche se non ti sta elevando alcuna contravvenzione, tipo passi per strada, lo vedi che lavora e lo mandi a fanc...). in questo caso in esame, per il mio modesto parere, ritengo che la motivazione non sia molto pertinente, in quanto, pur confermando quanto detto prima per ciò che debba intendersi come esercizio delle sue funzioni, bisogna precisare che le dichiarazioni richieste al contravvenzionato sono parte integrante del sommario processo verbale, esse avvengono dopo la contestazione e prima dell'apposizione della firma e della consegna della copia. Saluti".

Fabio F.

Commenti